“Prima di partire per la Corea del Nord dove sono stato invitato a seguire la parata della “grande vittoria” domenica mi recherò nella verde Umbria in occasione della partita di serie B, Perugia – Pescara, sarà un’opportunità – afferma il senatore di Forza Italia, Antonio Razzi – per una mia visita sull’isola maggiore del Trasimeno per affrontare da vicino i temi legati al mondo del turismo e alla valorizzazione dell’immenso patrimonio ambientale rappresentato dal lago Trasimeno. “È necessario – prosegue il senatore forzista – stimolare le autorità locali per cercare di rivedere alcuni argomenti che sono troppo vincolanti nell’area del Parco e che oggi stanno soffocando l’economia e ne bloccano lo sviluppo”. “Il lago Trasimeno per esempio – dice ancora Razzi – non viene valorizzato economicamente parlando come si dovrebbe. Potrebbe portare introiti diretti e d’indotto per svariati milioni di euro ma siamo ancora molto lontani. Fermo restando che un’area del lago va preservata come oasi naturalistica, ci sono altre aree invece che potrebbero essere sfruttate per le attività nautiche e balneari. Questo consentirebbe un enorme sviluppo con conseguenti entrate economiche per la zona del Trasimeno”.

“Occorre pensare ad un rilancio del Trasimeno – spiega Razzi – senza troppi paletti che impediscono il turismo nautico balneare. Per esempio si faccia subito una Legge regionale per consentire la navigazione di natanti con motori fino a 150 cavalli fiscali prevedendo diversi punti di attracco per barche turistiche. Se si vuole rilanciare il Trasimeno dando respiro anche ad altre zone limitrofe dell’Umbria – conclude Razzi – serve agire subito altrimenti saremo ancora costretti a vedere il Trasimeno come un’area off-limits al turismo e in balia del degrado”.