Assolto perché il fatto non sussiste il Presidente emerito della Corte Costituzionale Antonio Baldassarre dall’ipotesi di aggiotaggio borsistico legato alla vicenda della cessione del pacchetto Alitalia detenuto dal MEF.

La Corte di appello di Roma, prima sezione, ha ritenuto che il reato non sia mai esistito.

Così i difensori del prof. Baladassarre, Marco Franco e Stefano Preziosi, al termine della lettura del dispositivo: “siamo molto soddisfatti perché lo avevamo sempre sostenuto che la procura avesse preso un abbaglio giuridico in una vicenda che non presentava alcun profilo di rilevanza penale. Siamo molto contenti anche perché́ si ridà dignità’ ad una persona che ha rivestito con grande competenza e professionalità̀ la terza carica dello Stato, per altro si ridà dignità̀ alla stessa Repubblica Italiana, essa stessa infangata da quelle accuse”.