Ad Anzio (Roma), si è consumata la prima edizione del Premio Incontriamoci Giornalismo e Solidarietà organizzato dall’associazione culturale Occhio dell’Arte presieduta da Lisa Bernardini. Una serata di spettacolo e solidarietà dedicata alle case famiglia “La Coccinella” che accoglie e si prende cura dei bambini.

Spaziando tra Web, TV, Radio, Stampa, premiate numerose categorie giornalistiche tra cui:

Gianluca Bardelli giornalista già indicato nel 2013 da Cybion – società specializzata nel monitoraggio della rete – come “influencer della rete” che si è distinto, tra l’altro, per aver contribuito con la sua attività social al successo del Movimento 5 Stelle durante le ultime consultazioni  per l’elezione del sindaco di  Roma (Categoria Web Influencer), Paolo Corsini Responsabile Telegiornali RAI Parlamento (Categoria Informazione Parlamentare), Marco Ferrazzoli capo ufficio stampa del CNR (Categoria Informazione e Ricerca), Antonio Scoppettuolo conduttore di Buongiorno Regione del TGR Rai e scrittore con il suo ultimo libro dedicato a Papa Francesco “Il cammino di Bergoglio” (Categoria Informazione Tg televisivi), Maurizio Pizzuto direttore agenzia di stampa Prima Pagina News (Categoria Agenzie di Stampa), Giuseppe Leanza foto giornalista (Categoria Fotogiornalismo), Enrico Nascimbeni (il nuovo “Artista e Spettacolo” del Photofestival Attraverso le pieghe del tempo e “Giornalismo come Impegno Civile” 2016), Sabina Stilo Radio RAI (Categoria Informazione Radiofonica), Sarina Biraghi condirettore de Il Tempo (Categoria Informazione Quotidiani), Pietro Delle Cave editore CNO (Categoria Web tv), Barbara Braghin da Il Resto del Carlino (Categoria Informazione Quotidiani), Antonio Ventura (Categoria Informazione Settimanali), Stefano Raucci da Radio Radio (Categoria Informazione Radiofonica).

Per lo spettacolo nel parterre, il maestro Franco Micalizzi autore di numerose colonne sonore tra cui quella del film “Lo chiamavano trinità ” con il compianto attore Bud Spencer e Terence Hill, ed anche Marco Tullio Barboni la cui ultima fatica libraria dal titolo “E lo chiamerai destino”, e il regista Pierfrancesco Campanella.

Madrina della serata è stata la nota soprano giapponese Yasko Fujii.

Foglio Verde ha raccolto alcune immagini dell’evento:

Premi

Persone

Momenti