Il Tribunale di Milano non ha accolto il ricorso di un gruppo di soci de La Centrale Finanziaria Generale (Acciaierie Valbruna, Beniamino Itri e Cesare Mozzi) di ispezionare la gestione e amministrazione della società, nonché la revoca degli organi sociali. Il Collegio della sezione imprese ha ampiamente motivato l’inesistenza dei presupposti dell’azione e la carenza di alcun pericolo di danno, men che mai attuale.

Il Presidente de La Centrale Finanziaria Generale, Giancarlo Elia Valori, unitamente ai componenti degli organi sociali, ha espresso vivo apprezzamento per l’esito di un contenzioso particolarmente complesso, nel quale era stata posta in dubbio la correttezza degli amministratori e dei sindaci, che invece hanno espletato i complessi e onerosi compiti unicamente per il perseguimento dell’interesse sociale a tutela dei diritti di tutti gli azionisti.