“Te lo dico da amico, se quest’ anno vai in vacanza portati pure il cane, se no che te lo sei preso a fa’…”, parola di Antonio Razzi, che dopo il suo debutto canoro con il singolo “Famme cantà“, ormai un cult del web, ha deciso di prestare il suo volto alla campagna “Antiabbandono”, a tutela degli animali domestici, adattando per l’occasione il suo motto, reso celebre dalla versione televisiva di Maurizio Crozza: “Per una volta, amico mio, non farti cazzi tuoi…“. “E’ una cosa -spiega Razzi- che ho insegnato pure ai miei figli. Da quando erano piccoli gli ho sempre detto: ‘ il migliore amico è il cane,… poi viene il portafogli, ma quello ti può pure tradire, il cane invece no’. E poi il portamonete lo devi riempire tu, invece il cane se ha fame viene e te lo chiede, gli fai due carezze e lui capisce… . Poi però ti togli il pane dalla bocca e glielo dai, l’amicizia è questa”.