GALLINELLA e CIPRINI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:
su diverse fonti stampa, nonché da una lettera inviata al Ministro interrogato dall’Assotrasporti, Associazione per la tutela e la difesa delle aziende di autotrasporto, si apprende che l’ex sottosegretario alle infrastrutture e ai trasporti del Governo Letta, Rocco Girlanda, sarebbe attualmente consigliere del titolare dello stesso dicastero;
sul portale istituzionale non risulta alcun riferimento a Girlanda, ex coordinatore di Forza Italia in Umbria, né il suo nome (4 aprile 2014) comparare tra quelli degli uffici di diretta collaborazione del Ministro;
posto che la scelta dell’ex Sottosegretario potrebbe rappresentare una continuità all’interno di un dicastero delicato come quello delle infrastrutture e dei trasporti, agli interroganti non appaiono sufficientemente chiare le ragioni di tale decisione–:
quali siano le motivazioni della riconferma di Girlanda nell’incarico di consigliere del Ministro interrogato;
se abbia intenzione di aggiornare il portale istituzionale inserendo gli eventuali nuovi compensi percepiti dall’ex Sottosegretario Girlanda in qualità di consigliere del Ministro, nel rispetto del principio di trasparenza della pubblica amministrazione.