Intervista al protagonista della vicenda riportata dal settimanale L’Espresso.

‘Sono un senatore’ e beffa le Fs di Antonello Impagliazzo. «Stazione di Napoli, il mio treno per Roma è in ritardo di due ore. Cerco di cambiare il biglietto, ma non c’è verso. Allora imito il conte Mascetti: ‘Ho una riunione con scappellamento a Palazzo Madama’. Incredibile: mi mettono sull’Eurostar, prima classe, senza farmi pagare la differenza» … [continua su L’Espresso]