“Nella guida di tutte le aziende di Roma Capitale diventa urgente un forte segnale di discontinuità. Sembrerebbe rimasta inascoltata l”indicazione di Marino, neo eletto sindaco, a non procedere più con piani di riorganizzazione e ristrutturazione”. A denunciarlo in una nota Valeria Baglio e Marco Palumbo, consiglieri comunali Pd. “I vertici delle aziende capitoline – tra cui Acea, Ama, Atac, AdiR, RpR – invece di preoccuparsi delle difficili condizioni finanziarie e del pessimo risultato dei servizi erogati- spiegano- rimangono prodighe a riorganizzazioni con lo scopo di sistemare le assunzioni fatte fino all”ultimo giorno prima del ballottaggio”. “Negli ultimi anni queste società si sono distinte per una gestione davvero discutibile e, ancora oggi, sembrano volere perseverare con spavalderia quel tipo di gestione, senza curarsi dell’avvicendamento alla guida dell’amministrazione comunale- concludono- Anche se lo sappiamo già all’opera, chiediamo ugualmente al sindaco Marino una vigilanza più stringente e di procedere con una urgente discontinuità nella gestione di tutte le società di Roma Capitale”.