Ignazio Marino
Ignazio Marino

È stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine per sedare la protesta degli animalisti a Campo dè Fiori che ha costretto il candidato a sindaco di Roma Ignazio Marino a rifugiarsi all’interno di uno storico palazzo in piazza Farnese, dove tra l’altro c’è la sede dell’Ambasciata della Repubblica di Cipro.

Poliziotti e carabinieri hanno allontanato il gruppo di attivisti che stava “assediando” il portone con urla e slogan contro la vivisezione, aspettando l’uscita del senatore del Pd. Durante l’ inseguimento fatto a Marino al mercato di Campo dè Fiori alcuni animalisti hanno travolto dei banchetti di commercianti. “Hanno buttato giù il tavolo di quello che vendeva i carciofi – ha raccontato una signora – Il titolare si è ovviamente arrabbiato e di lì è nato un diverbio. Qualche spintone e parolaccia”. Gli ha fatto eco un passante: “Per un attimo non si è capito nulla, abbiamo visto queste persone inseguire Marino. Che poi la cosa strana è che dicevano di essere animalisti quando invece avevano scarpe e cinture in pelle”.

Secondo quanto si apprende, alcune persone aggredite dai manifestanti si sarebbero recate in commissariato per sporgere denuncia.

Tratto da ANSA.

Contributo video TG LA7