Lunedì 8 ottobre tornerà a pieno regime il servizio disabili a chiamata. Lo comunica in una nota l’Atac, che spiega di aver concluso la fase di selezione del nuovo fornitore, iniziata con procedura d’urgenza il 27 settembre scorso, tesa a individuare un nuovo interlocutore, dopo le ripetute inadempienze della ditta uscente, che hanno costretto Atac a concludere il rapporto di collaborazione. «Le inadempienze – ricordano – sono state provocate da un’agitazione del personale della ditta uscente che lamentava il mancato pagamento di alcune mensilità, malgrado Atac avesse già versato al titolare della ditta le spettanze dovute per lo svolgimento del servizio disabili a chiamata. I reiterati scioperi dei lavoratori della ditta hanno creato gravi e intollerabili disagi, privando del diritto a spostarsi numerosi cittadini a ridotta mobilità, nonostante i ripetuti inviti di Atac a garantire la prestazione prevista. Tale stato di cose ha indotto Atac a risolvere il contratto con la ditta e indire una nuova gara, conclusa a tempo di record». «Si ricorda a tutti i cittadini iscritti al servizio disabili a chiamata – conclude Atac – che, nelle more della riattivazione del servizio affidato al nuovo fornitore, è ancora vigente la convenzione, organizzata da Roma Capitale, con le cooperative taxi per il servizio di trasporto sostitutivo a quello svolto con mezzi Atac»

Fonte : ANSA