Rimozione immediata almeno delle reti, e adozione della delibera “salvarondini”. Sono le richieste della LIPU al Comune di Milano per far fronte alla gravissima situazione che si è creata al castello Sforzesco di Milano, dove da alcuni giorni reti e impalcature montate sulla Torre del Filarete impediscono alle numerose coppie di rondoni il rientro ai nidi per accudire i pulcini, rischiando così di farli morire di fame.

Il disastro – sottolinea la LIPU – poteva essere evitato rimandando i lavori di un mese: verso la metà di luglio, infatti, i pulcini si sarebbero già involati.

Oltre all’eliminazione immediata almeno delle reti, la LIPU chiede l’adozione in tempi brevi della delibera “salva rondini”, un provvedimento già adottato da numerosi Comuni italiani che, oltre al divieto di distruzione dei nidi di rondine, balestruccio e rondone, permette le ristrutturazioni degli edifici solo al di fuori dei periodi di nidificazione, evitando così problemi agli animali.