“Il rilancio dell’Italia passa attraverso la forza dei suoi territori e la green economy. Il summit di Rio+20 offre a tutti un’occasione per aprire un confronto serio e proficuo, nell’interesse generale del Paese, sul ruolo anticrisi che la green-economy può svolgere. La partecipazione di Monti significherebbe la principale garanzia che l’Italia vuole muoversi in questa direzione”. È l’appello che Legambiente manda al presidente del Consiglio Monti in vista di Rio+20, il vertice mondiale sul clima che si apre fra quindici giorni nella città brasiliana. La lettera, firmata dal presidente nazionale dell’associazione ambientalista Vittorio Cogliati Dezza, esce su La Nuova Ecologia nell’ambito di uno speciale che raccoglie alcune fra le più interessanti esperienze italiane di economia sostenibile nel settore dell’agricoltura, delle rinnovabili, della raccolta dei rifiuti ma anche del turismo, della mobilità, dei prodotti tipici. Una serie di buone pratiche che troveranno spazio all’interno de La forza dei territori, un evento dedicato alla via italiana verso la green economy che si terrà a Roma, alle scuderie di Palazzo Ruspoli, il 15 giugno, con un convegno e uno spazio espositivo. Il dossier pubblicato sulla rivista racconta le esperienze di coesione sociale, rilancio economico e valorizzazione delle risorse ambientali che Legambiente propone a Monti come chiave di lettura per l’Italia che vuole uscire dalla crisi e guardare da protagonista alla competizione globale.