“E’ emerso spesso in queste ore il tema di un progetto, che e’ un grande deposito di gas nel comune di Finale Emilia. Volevo dare un’informazione: il ministero dell’Ambiente aveva dato un’autorizzazione ad avviare le autorizzazioni necessarie a preparare un progetto per la realizzazione di un deposito di gas, che non e’ l’autorizzazione a realizzare l’impianto ma a cominciare lo studio di fattibilita”’. Queste le dichiarazioni del ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, ai microfoni di Agora’, su Rai Tre.

”Ora l’evento sismico evidentemente ha cambiato i termini di riferimento perche’ si e’ realizzato quello che nel progetto iniziale in parte era immaginato, ma non in questi termini. Ho disposto la riapertura dell’istruttoria su questo progetto per verificare se, sulla base di quello che e’ avvenuto, sussistono le condizioni per autorizzare lo studio di fattibilita’. Ed e’ evidente che la situazione e’ molto piu’ critica di quanto non fosse prima.

Voglio dare atto alla regione Emilia che si era opposta a questa autorizzazione preliminare, sottolineando che il rischio sismico era sottovalutato. Oggi la discussione dovrebbe essere riportata in termini diversi”.