porterà cibo, cure e riparo agli animali nelle zone colpite dal sisma.

E’ prevista nelle prossime ore la partenza verso l’Emilia Romagna di Isotta, il mezzo di soccorso veterinario per le gravi emergenze dell’Ente Nazionale Protezione Animali. “Una missione a 360° per supportare con cibo, medicinali e sostegno psicologico gli animali coinvolti nel sisma, vedendo a fianco dei veterinari la presenza anche di comportamentisti, fondamentali per aiutare gli animali a superare il trauma causato da questo terribile terremoto” dichiara Marco Bravi Responsabile del Servizio Nazionale Guardie Zoofile Enpa.

All’uopo verranno allestiti dei presidi coordinati direttamente dal nucleo Guardie Zoofile di Bologna che, fin dalle prime ore del sisma, si è attivato efficacemente con l’aiuto di altri Nuclei italiani. Oltre alle cure di primo soccorso, grazie all’importante disponibilità offerta da professionisti (pubblici e privati), per aiutare i proprietari nella gestione degli animali è prevista la distribuzione gratuita di pet food, generosamente messo a disposizione dalla Royal Canin.

“Questo intervento – aggiunge Carla Rocchi – Presidente dell’Enpa – ci è stato fortemente richiesto da molte amministrazioni comunali consce di quanto sia prezioso, per persone scioccate da questa terribile calamità e private degli affetti, avere con sé il proprio animale d’affezione che, essendo parte integrante del nucleo famigliare, con il suo affetto e calore incondizionato, può aiutare a lenire un po’ il lacerante dolore con cui sono costretti a convivere quotidianamente”.

L’esperienza in Abruzzo, in cui Enpa, incaricata direttamente dal Servizio di Protezione Civile, aveva coordinato tutta l’attività a sostegno degli animali ha fatto sì che oggi possa partire tempestivamente con una task force in grado di portare un aiuto concreto: dai trasportini necessari per il recupero alle cucce per creare dei rifugi mobili.