Il Presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci ha dichiarato che la Regione, in sede cautelare, ricorre al Tar contro decreto del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali del 3 aprile 2012,con il quale è stata ripartita tra i diversi sistemi di pesca la quota di cattura complessiva del tonno rosso per il 2012. Il ricorso sarà discusso mercoledì 30 maggio. «L’attuale ripartizione – ha spiegato il presidente – incide negativamente sulla sostenibilità economica dell’attività di pesca, penalizza ingiustamente un settore fondamentale della nostra economia e rappresenta una ferita inaccettabile anche per la nostra identità e le nostre tradizioni». Dopo la pubblicazione del decreto sulla gazzetta ufficiale, avvenuta il 21 maggio 2012, la giunta può ora proporre altresì il ricorso alla Corte Costituzionale, che sarà esperito già nei prossimi giorni.