”A Roma dobbiamo evitare prima di tutto che si crei una situazione di emergenza rifiuti. Da oltre un anno per effetto di una procedura di infrazione della commissione europea deve essere chiusa la discarica di Malagrotta, che e’ la piu’ grande d’Europa e deve essere avviato un sistema di gestione dei rifiuti che risponda alle direttive europee a partire dalla raccolta differenziata”. Lo ha dichiarato il ministro dell’ambiente Corrado Clini a Trieste. ”Dobbiamo quindi trovare un sito alternativo alla discarica sapendo che una parte dei rifiuti, quelli cioe’ che non verranno selezionati con la raccolta differenziata, devono andare in una discarica. Il sito individuato fino ad oggi non risulta idoneo, abbiamo quindi l’impegno di trovare una soluzione entro trenta giorni”.

Il ministro ha confermato che ci sarà una proroga per l’attività della discarica esistente rispetto alla data di chiusura, il prossimo 30 giugno ed ha sottolineato che un’ emergenza rifiuti vera non c’è, “però è chiaro che se non si porta la differenziata almeno al 50 per cento allora sì che potrebbe esserci un’emergenza rifiuti”.