Sale a 7 il bilancio ancora parziale dei morti in Emilia Romagna a causa del sisma che ha colpito la regione. La scossa di ieri notte alle 4.04 di magnitudo 6 è stata seguita da altre due scosse oggi nel pomeriggio di magnitudo 5,1 e 4,8 nella serata. Sono circa tremila, secondo le prime stime della Protezione civile, gli sfollati nei territori dell’Emilia-Romagna colpiti dal territorio. La maggior parte, circa 2.500, si trovano nel modenese, gli altri 500 in provincia di Ferrara.

La Procura di Ferrara ha avviato indagini, disponendo il sequestro delle aree delle aziende dove vi sono state le vittime. Gli accertamenti vengono fatti in relazione al rispetto delle normative antisismiche. Quattro vittime infatti sono operai, uccisi dal crollo dei capannoni in cui stavano lavorando a Sant’Agostino.