“L’alba di un nuovo giorno”. Questo epiteto coniato dal Presidente del Parco Nazionale del Gargano, Stefano Pecorella, e dal nuovo sindaco delle Isole Tremiti, Antonio Fentino, ha caratterizzato una intensa giornata di incontri istituzionali alle Diomedee. Al centro della discussione c’è stato lo sviluppo a medio-lungo termine dell’Area Marina Protetta, per la quale sono state proposte e vagliate diverse soluzioni, prime fra tutte l’approvazione del Regolamento e l’affidamento e la fruibilità del Centro Polifunzionale di San Domino allestito dall’Ente Parco ed ancora in stand by.

La giornata di sabato ha riacceso le luci sull’ arcipelago ed il suo futuro che necessariamente passa dalla tutela ambientale e dalla valorizzazione turistica. La mattinata è stata contraddistinta dalla conferenza di presentazione del nuovo numero della rivista del Touring Club Italia, soggetto molto legato alle Tremiti (dove da anni c?è uno dei più prestigiosi villaggi turistici), rappresentato dal Presidente Franco Iseppi e dal giornalista Marco Merola, che ha redatto un reportage di ben 8 pagine sulle Diomedee. A latere di questa conferenza, al temine della quale il Presidente Pecorella ha donato a Fentini e Iseppi alcune riproduzioni di antiche cartografie delle Tremiti, la tecnostruttura dell?Ente Parco ha svolto incontri vis à vis con l’Amministrazione comunale e le associazioni del luogo (“Le Cinque Isole”, “La Mejofauna”, “Edin”, “Punto e a capo”) grazie ai quali si sono potuti dirimere alcune incomprensioni ed inerzie del passato, stilando un nuovo e saldo patto per far tornare le Diomedee agli antichi splendori.

Dall’ incrocio tra le richieste della nuova Amministrazione e le proposte operative del Parco, si è ipotizzato un primo piano di lavoro che prevede la definitiva approvazione del Regolamento dell’ Amp (da estrinsecare attraverso incontri democratici con i cittadini e le associazioni di categoria), una bonifica ambientale (pulizia del sottobosco e dei fondali, il ripristino dei sentieri, l’installazione di cestini per la spazzatura per incentivare la differenziata), il possibile acquisto di automezzi elettrici per gli spostamenti interni all’ arcipelago, l’apertura del Polifunzionale (struttura che diventerà il fulcro dei servizi fruibili) e di un infopoint del Parco per facilitare un rapportodiretto con cittadini e turisti.

”Una volta per tutte va ribadito che Tremiti è fatta di isolani e non di isolati – ha dichiarato Pecorella – Come ci ha insegnato l’ indimenticato Lucio Dalla, questo territorio è di estrema eccellenza e va tutelato da qualsiasi azione speculativa. Dobbiamo costruire un percorso per valorizzare l’AMP e fare crescere il reddito e la qualità della vita dei Tremitesi e dei turisti – ha ribadito il Presidente -. In questo momento c’è necessità che gli amministratori facciano il loro lavoro con consapevolezza e la nuova squadra di Palazzo di Città, dopo un intelligente confronto, mi fa sperare in bene”.

Sia al nuovo sindaco che alle associazioni, Pecorella ha anche fatto conoscere le nuove attività in cantiere con il Conisma (il consorzio delle Università del Mare). L’apertura ed il democratico confronto dell’Ente Parco sono stati aspetti molto apprezzati dagli interlocutori tremitesi, in primis dalle associazioni che hanno dichiarato la comune intenzione di accompagnare le attività dell’ AMP su Tremiti.