«La cancellazione del referendum sulla caccia è un colpo di spugna antidemocratico, ma la consultazione è solo rinviata». Ad affermarlo Andrea Buquicchio, segretario regionale dell’Idv piemontese. «Nel giro di un anno – aggiunge – si tornerà a parlare di referendum in seguito ai ricorsi che saranno presentati dalle associazioni ambientaliste. Non sarà certo un escamotage burocratico a fermare le richieste di molti cittadini piemontesi che combattono per il referendum da un quarto di secolo»