Il centro di ricerca del Politecnico di Milano ha presentato il suo nuovo progetto, Relab, per migliorare l’efficienza energetica degli edifici del futuro ottimizzando l’uso dell’energia da fonti rinnovabili e certificando rese e consumi di tecnologie come pompe di calore e sistemi solari termici che serviranno a raggiungere gli obiettivi imposti per il 2020 dalle nuove regole europee.

Il progetto, realizzato con Regione Lombardia e finanziato dal ministero dell’Ambiente con 4,2 milioni di euro, prevede la realizzazione presso la sede universitaria di Milano Bovisa di un edificio di 4.500 metri cubi, 700 metri quadri di impianto con due camere climatiche che saranno utilizzate per le prove di prestazione dei sistemi di riscaldamento e refrigerazione per uso civile.

Tra i principali obiettivi del centro quello di stimolare la ricerca nell’ambito delle tecnologie che sfruttano le energie rinnovabili, il centro stesso ospiterà dieci tra nuovi ricercatori a tempo determinato, assegnisti di ricerca e candidati al titolo di dottorato sotto il coordinamento dei docenti del dipartimento di energia del Politecnico. Inoltre si occuperà di valutare e certificare le prestazioni dei componenti di impianto che avranno un ruolo chiave nel raggiungimento degli obiettivi di risparmio energetico e di copertura del fabbisogno da fonte rinnovabile ( pompe di calore elettriche e a gas e impianti solari per il riscaldamento). Secondo le previsioni del responsabile del progetto, Mario Motta, il centro sara’ completato entro gennaio 2013.